I soldati delle meraviglie

Elemento imprescindibile della forza umana è la volontà, colei che ti accompagna passo passo ad ogni meta, che sia per scelta, che sia fortuita. L’altro giorno ho scritto un articolo molto forte e crudo, ha avuto anche un certo riscontro, vuoi per curiosità o per conoscenza ma sta di fatto che ciò rende più importate l’articolo di oggi rispetto a quello è perché questo è a mente fresca e senza il rancore delle parole scorse. Sebbene ho sempre cercato di essere propositivo su questo blog capita anche a me di non riuscire a trasmettere la positività che nomino ogni giorno. Cari tutti/e dove sapere che la sera stessa che sono andato online con quell’articolo, che non ho volutamente pubblicizzare su i vari social per evitare tanto riscontro e che mi ha stupito dopotutto, ho ricevuto vari contatti di cui alcuni che volevano sapere di più in merito a ciò che ho scritto ma la cosa più assurda è stata che delle persone che non sentivo da un po’ mi hanno contattato, senza nemmeno aver letto quell’articolo e la cosa mi ha fatto riflettere. Siamo spesso concentrati su noi stessi che ci dimentichiamo di tutto il contorno, a stento sappiamo chi siamo eppure ci lanciamo come profeti della vita, queste sono solo alcune delle sensazioni che viviamo ma ecco il “miracolo”, accade quello che non hai previsto, e rimani imbambolato sul tuo io a chiederti “ma come…”. L’altro giorno nelle mie bruttissime parole che ho inciso su questo blog ho ugualmente incentivato a tutti di non seguire quell’esempio perché porta solo distruzione ed oggi vi confermo questa dichiarazione poiché, come vi ho detto poc’anzi, ecco l’evento che non hai previsto e ti cambia ogni prospettiva. Nelle nostre vite ci sono persone che sono soldati silenziosi, combattono guerre al nostro fianco ma non ci rendiamo conto di ciò e arriviamo a fare stupidaggini e pensieri folli che non aiutano, quindi prima di avviare un percorso di demolizione personale fermiamoci e guardiamo oltre la nostra vista e ricordiamo che non siamo mai soli. Forse l’ultima frase è un po’ scontata ma sempre meglio sottolinearla visto che ancora arriviamo al punto di sentirci soli e inutili. Un ringraziamento doveroso lo devo a questi soldati delle meraviglie che sono intervenuti, a queste persone che rendono bello ciò che siamo e a qualcosa che va oltre ad ogni nostra immaginazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...